Congo – Allestimento di un’aula informatica per le bambine “sorcierés”

Congo – Allestimento di un’aula informatica per le bambine “sorcierés”

Sabato 5 maggio 2012

Inaugurata la struttura

A Lumumbashi ha avuto luogo l’inaugurazione della struttura, che peraltro necessita ancora di alcune rifiniture, con la partecipazione dei rappresentanti del Gruppo Aleimar e delle bambine che ne usufruiranno.

Grazie a tutti coloro che hanno contribuito con entusiasmo alla realizzazione di questa iniziativa, abbiamo potuto aggiungere questo tassello , anche se piccolo, alla gigantesca realtà dei bisogni di quelle bambine.

Pubblichiamo qui di seguito alcuni brani del filmato girato in loco dal Gruppo Aleimar che ritrae alcune fasi della costruzione, la telefonata del Presidente del Gruppo – Andrea Marchini – ad Alessandro Priorelli, proprio al momento dell’inaugurazione stessa ed il commovente ringraziamento finale delle bambine:

Foto delle fasi di costruzione e dell’inaugurazione

————————————————————————————————————————————————————————————————————-

Le bambine fanno parte della casa di accoglienza “Maison Laura Vicuña”, gestita dalle Suore Salesiane Figlie di Maria Ausiliatrice in collaborazione con l’Associazione ALEIMAR Onlus, che gestisce il progetto.

A causa del protrarsi della guerra, dell’aggravarsi della povertà, sempre più bambine vengono accusate di stregoneria dagli stessi familiari, spesso dai genitori: appena in casa accade una disgrazia, la colpa viene fatta ricadere sulle figlie ritenute perfide e pericolose. Poco importa se hanno due, quattro o dodici anni, le bambine sono giudicate colpevoli delle peggiori nefandezze e meritano di essere malmenate, umiliate, buttate sulla strada.

I marciapiedi delle città ne sono pieni: le chiamano ndoki o enfants sorcierés, bambine stregone, sono le figli maledette del Congo.

Gli obiettivi del progetto sono quelli di:

• dare una casa alle tante bambine “sorcierés” orfane o schiave di una cultura radicata, che si ritrovano senza casa né famiglia, economicamente abbandonate e socialmente vulnerabili;

• garantire una continuità ed un graduale passaggio all’autonomia, promuovendo e facilitando l’inserimento socio-lavorativo delle ragazze.

Il nostro intervento prevede l’allestimento di un’aula informatica, con relativa biblioteca digitale/laboratorio , per le ospiti della casa di accoglienza, che serva di supporto per le attività scolastiche e per il loro successivo inserimento lavorativo.

Congo - Le ragazze di maison LauraCasa accoglienza


Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.